Vespasiani a 4 zampe

Passeggiando per le vie del centro (e non solo) è inevitabile non notare come ormai quasi tutti siano accompagnati dal proprio cane. L’aumento dei “guinzagliati” negli ultimi anni è aumentato considerevolmente e questo è lodevole, un po’ meno lodevole è notare come parallelamente sia diminuito il rispetto verso il prossimo da parte dei loro padroni.

E’ sempre più facile incappare in qualche simpatico “regalino” lasciato sul marciapiede, non per colpa del cane si intende, ma di chi lo accompagna che, incurante di tutto e tutti, non si prende quasi mai la briga di raccogliere e pulire. E’ bello passeggiare con il proprio animale, sfilare per le vie del centro (anche se abbiamo il vago sospetto che loro troverebbero molto più divertente correre in un prato piuttosto che ammirare forzatamente le vetrine) ma bisogna anche prendersi le proprie responsabilità.

La mattina presto, passeggiando per Biella, è consuetudine trovare commercianti intenti a pulire e disinfettare vetrine e porte dei propri negozi da pipì e altro. E’ davvero spiacevole e paradossale notare come molti ostentino l’amore per i propri animali e di riflesso dimostrino un totale menefreghismo per il prossimo e per la proprietà altrui.

Per fortuna i padroni muniti di sacchetto sono sempre più numerosi ma come ben sappiamo, bastano quei pochi dissidenti ad etichettare un’intera categoria. Un tempo si parlava di multe, di sanzioni ma a quanto pare è sempre difficile applicare leggi cosi controverse anche se, in un paese civile, non dovrebbe esserci il bisogno di un deterrente simile, dovrebbero bastare senso civico e rispetto.

I vespasiani a 4 zampe purtroppo non li hanno ancora brevettati ma questo non autorizza le persone a “sfruttare” impunemente le zone di pubblico accesso. Tutti amiamo gli animali e ci piace avere di loro sempre un bel ricordo, un po’ meno però ..sotto le scarpe!

LBCP

I commenti sono chiusi.