Allarme Virus, allerta sanità, anche Biella nel mirino.

Un nuovo letale Virus sta colpendo la popolazione mondiale e lentamente è arrivato fino a noi. A quanto pare non esiste cura. Un virus che si insinua nella mente delle persone portandole a smettere di ragionare razionalmente a favore di una più semplice e immediata verità di comodo.

Chi almeno una volta nella vita non si è indignato per un titolo di giornale, passando in auto davanti a un edicola e leggendone l’anteprima? Chi almeno una volta poi non ha deciso di Approfondire la cosa acquistato il giornale in questione e scoprendo che la notizia in realtà era molto diversa? Ecco, questa ormai è acqua passata, storia vecchia, ora c’è Facebook, che trabocca di titoli ad effetto, informazione distorta e realtà a misura d’uomo “medio”.

La superficialità con cui si analizzano le notizie, fermandosi alla superficie delle cose, non capendone il significato, per poi indignarsi, urlare, insultare, esprimendo il proprio disappunto, senza MAI indagare a fondo, è tipico della nuova generazione di Internauti. Comprendere poco, male e solo quello che si vuole, senza porsi domande o dubbi, ignorando cosi la Vera natura delle cose, in poche parole: ANALFABETISMO FUNZIONALE.

E i giornali cosa fanno per rendere più comprensibile una notizia già dai titoli? NULLA, perché in fondo un lettore che non si pone domane, che capisce quel che vuole capire, che si indigna a prescindere, che legge d’impulso, che commenta con rabbia, che condivide senza argomentare e senza informarsi, è un lettore che fa comodo, che fa cassa e più il titolo è equivoco e provocatorio, più il Virus dilaga a macchia d’olio.

Biella non è esente da tutto questo e lo possiamo vedere ogni giorno, basta leggere i commenti alle notizie condivise dalla rete locale. La maggior parte delle volte sono un concentrato di inesattezze o di mezze verità create ad arte per scatenare nell’ignaro lettore medio quel senso di disgusto sufficiente a farlo smettere di ragionare.

I 2 punti di forza a cui si aggrappa questo virus sono: Animali e Immigrati, una vera manna dal cielo per le testate giornalistiche, basta una foto equivoca, un titolo accattivante e in un attimo il cervello si ferma lasciando libero sfogo alla superficialità più imbarazzate e patetica.

Così leggiamo di gatti utilizzati per riti satanici la notte di Halloween, quando in realtà l’articolo (4 righe in croce) afferma solo che alcuni volontari hanno perlustrato zone calde per prevenire la cosa, senza riscontrare alcun crimine, ma NON IMPORTA, il titolo dice altro e allora via all’ indignazione, agli insulti, alla rabbia e al dolore per qualcosa che in realtà NON esiste (non nei termini descritti almeno). Di esempi cosi ce ne sono a migliaia, basta scorrere la TimeLine di FB ma tranquilli, Biella fa solo parte di un mondo più vasto di utenti medi.

Prendiamo ad esempio Voi che avete cliccato l’articolo pensando parlasse di un Virus reale e magari eravate già pronti a scatenare le vostre ire verso immigrati, stranieri vari, governo, opposizione, Rettiliani, scie chimiche, ecc ecc… ecco, rilassatevi, vi siete solo uniformati alla massa, pronti a farvi immortalare nel vasto mondo della rete dei creduloni, come tante pecore al pascolo, quindi fate un bel sorriso e dite : BHEE!

LBCP

Precedente Strategie  Successivo Vespasiani a 4 zampe